Simran Sethi a Savona presenta il suo ultimo libro.





































Il quotidiamo britannico The Independent la inserisce nella lista dei dieci eco-eroi del pianeta.

E proprio lei, Simran Sethi, mercoledi 17 Maggio ha presentato a Savona il suo ultimo libro che affronta temi che dovrebbero interessare tutti noi consumatori.

Bread, Wine, Chocolate. - la lenta scomparsa dei cibi che amiamo ( Slow Food Editore ) racconta di un viaggio durato quattro anni per documentare, vivere e descrivere i maggiori cambiamenti che hanno interessato il nostro modo di alimentarci negli ultimi 100 anni.

Sembra incredibile ma attualmete il 95% delle calorie del mondo è ricavato da sole trenta specie ed i cibi che mangiamo sono composti principalmente da granoturco, riso, frumento, olio di palma e soia.

L'industria del cibo sta inesorabilmente omologando gusti ed ingredienti per logiche di profitto?

Saremo condannati a subire una grande scelta di prodotti, marche e confezioni realizzati però sempre dagli stessi ingredienti?

Possiamo fermare il processo che porta ad un inesorabile impoverimento della biodiversità e all'omologazione del gusto?

La risposta a tutte queste domande è tanto semplice nella formulazione quanto più complessa nella realizzazione: basterebbe infatti migliorare la propria cultura alimentare in modo da acquistare prodotti in modo responsabile, premiando i produttori e le eccellenze locali.

Ma siamo disposti a farlo o per fretta e pigrizia alla fine si finisce per buttar giù il primo alimento che capita a tiro?

Questi ed altri argomenti hanno animato l'incontro condotto da Nadia Repetto e Carlo Scarpa di Slow Food che si è protratto per quasi due ore all'aperto -  in corso italia, davanti alla libreria UBIK -
complice una temperatura pomeridiana quasi estiva.

Io c'ero e come sempre non ho potuto fare a meno di disegnare quello che avevo davanti agli occhi.

Ciao

Giuidomichele


Share:

0 commenti